-

IN LIQUIDAZIONE GLI EXTRABUDGET 2016 ASP PALERMO

di seguito si riporta il testo della relazione sulle economie in sede di monitoraggio della spesa, operata dalla Commissione Paritetica, al fine di procedere alla liquidazione degli extrabudgets

Alla Commissione Paritetica
per la specialistica ambulatoriale esterna

OGGETTO: Monitoraggio della spesa anno 2016 – Applicazione art. 8 D.A. 2632/2016

I sottoscritti Maria Daniela Arcuri e Domenico Marasà su mandato della Commissione in epigrafe hanno proceduto al monitoraggio di cui in oggetto e relazionano quanto segue.

Premesso :
 che l’art. 8 del D.A. n. 2632/2016 dispone che “…. i Direttori Generali delle AA.SS.PP. devono destinare il 50% delle economie di spesa, discendenti dalla minore produzione di attività eventualmente verificatisi nelle branche della specialistica convenzionata da privato diverse da “nefrologia” e “radioterapia”
1. prioritariamente al riconoscimento previa verifica dell’effettiva produzione, delle prestazioni erogate in extrabudget per la medesima branca
2. le ulteriori eventuali economie residuali, al riequilibrio tra le branche della medesima provincia, in categorie di branche per le quali si registra una maggiore domanda.
L’ulteriore 50% delle economie di spesa, discendenti dalla minore produzione di attività eventualmente verificatisi nelle branche della specialistica convenzionata da privato diverse da “nefrologia” e “radioterapia” devono essere destinate alla remunerazione delle prestazioni eventualmente prodotte nelle branche della “nefrologia” e “radioterapia”
A tal fine le AA.SS.PP. dovranno stipulare con i centri operanti nel proprio territorio di competenza appositi accordi integrativi.”;
 che il fabbisogno aggiuntivo necessario per la remunerazione delle prestazioni di nefrologia e radioterapia per le singole strutture che hanno superato il tetto di spesa assegnato per l’anno 2016, ha trovato copertura in parte nelle economie discendenti dalla minore produzione di attività verificatasi per le altre strutture afferenti le medesime branche di radioterapia ed emodialisi ed in parte nelle economie verificatesi nelle altre branche entro il suddetto limite del 50% delle stesse (e specificatamente è stato effettuato un riequilibrio di € 584.615,79 dalla branca di laboratorio analisi nella quale si registrava un importo di economie pari ad € 2.608.696,79 alla branca di radioterapia);
 che dall’esame dei dati relativi alle liquidazioni delle competenze anno 2016 risulta che le economie residuali per l’anno 2016 discendenti dalla minore produzione di attività verificatasi nelle branche della specialistica convenzionata da privato diverse da “Nefrologia “ e “Radioterapia” per l’ASP di Palermo ammontano complessivamente ad € 6.183.913,77 e sono ripartite per ciascun aggregato di spesa di cui al D.A. n. 2632/2016. come riportato nella sottostante tabella:

Branche Specialistiche Economie
Branche a visita 899.930,81
Lab. Analisi 2.024.081,00
Radiologia 277.984,95
Medicina nucleare 725.676,52
FKT 313.754,02
Odontoiatria 1.257.920,60
Ex GSA 684.565,87
TOTALE 6.183.913,77

Dato atto che per le branche diverse da “Nefrologia” e “Radioterapia” deve essere destinato al riconoscimento delle prestazioni erogate in extrabudget il 50% del suddetto importo complessivo, comprensivo dei costi per oneri previdenziali a carico dell’ente, in applicazione del sopra riportato art. 8 D.A. 2632/2016 e che, pertanto, l’importo massimo utilizzabile a tal fine ammonta ad € 3.091.956,89

Dall’esame dei dati relativi al consuntivo per competenza anno 2016 (inclusi i dati relativi alla liquidazione delle prestazioni rese nell’ambito del Progetto Obiettivo di PSN 2012. Azione progettuale 12.7 – Prevenzione Specialisti Convenzionati) risulta che le prestazioni erogate in extrabudget e non remunerate ammontano complessivamente ad € 2.066.393,77 e sono ripartite per ciascun aggregato di spesa di cui al D.A. n. 2632/2016 e s.m.i. come riportato nella sottostante tabella:

Branche Specialistiche Extrabudget non remunerato anno 2016
Branche a visita 365.232,40
Lab. Analisi 279.001,49
Radiologia 303.497,41
Medicina nucleare 0,00
FKT 772.867,54
Odontoiatria 345.794,93
Ex GSA (La Maddalena) 0,00
TOTALE 2.066.393,77

Da quanto sopra è evidente che le prestazioni erogate in extrabudget complessivamente da tutte le branche (pari ad € 2.066.393,77 oltre € 61.065,08 per oneri a carico della ASP ) trovano ampiamente copertura nell’importo di € 3.091.956,89 pari al 50% delle economie di spesa, discendenti dalla minore produzione di attività eventualmente verificatisi nelle branche della specialistica convenzionata da privato diverse da “nefrologia” e “radioterapia” e possono essere integralmente liquidate e pagate.

All’uopo l’UOC Cure Primarie provvederà a trasmettere alle singole strutture apposita nota avente ad oggetto “Applicazione art. 8 D.A. 2632/2016. – Accordo integrativo anno 2016” il cui testo, conforme a quello già condiviso con la Direzione Amministrativa Aziendale per il precedente anno 2015, si allega alla presente, che dovrà essere restituita sottoscritta per accettazione dal Legale Rappresentante della Struttura al fine di poter procedere alla relativa liquidazione.

Si evidenzia che il riconoscimento delle somme di che trattasi non determina una modifica dell’importo del budget già sottoscritto per l’anno 2016 né costituisce in alcun modo aspettativa giuridicamente rilevante per la determinazione del budget relativo agli anni successivi, fatte salve diverse disposizioni in materia che dovessero essere emanate dall’Organo Regionale.

Palermo lì 27/03/2017

COMUNICATO

Ieri 28 marzo 2017, nei locali dell’Assessorato della Salute, in Piazza O.Ziino a Palermo, si è tenuta la riunione, a seguito della convocazione del 23 marzo 2017 da parte dell’Assessore, On. Dott. Baldo Gucciardi, delle rappresentanze sindacali.
Alla riunione, avente per oggetto la Risoluzione n° 65/2017 della VI Commissione Legislativa presso la ARS ed il vigente decreto 1 febbraio 2017 “Aggiornamento delle direttive per l’aggregazione delle strutture laboratoristiche della Regione siciliana”, hanno preso parte, oltre le rappresentanze di Categoria, i Funzionari dell’Assessorato, coordinati dalla Dott.ssa Marina Valli, Capo di Gabinetto dell’Assessore.
Nel corso della riunione, i Funzionari hanno affrontato i temi della risoluzione n°65/2017 della della VI Commissione Legislativa presso la ARS, comunicando l’insediamento presso l’Assessorato di un tavolo di valutazione interno all’Assessorato, composto dai Direttori Amministrativi delle AA.SS.PP. siciliane e dalla dirigenza assessorile per cercare di dare uniformità ed individuare criteri omogenei per la applicazione del D.A. 170/2013.
La Dott.ssa Valli ha precisato che gli esiti dei lavori saranno oggetto di confronto con le rappresentanze di Categoria.
Per quanto riguarda il riordino della rete dei laboratori, la Dott.ssa Valli ha comunicato che, alla luce del contenuto dei ricorsi al TAR e della risoluzione n° 65/2017 della VI Commissione Legislativa presso la ARS, è intendimento dell’Assessorato procedere ad una ulteriore modifica del decreto , aggiungendo come possibilità ulteriore di aggregazione il “contratto di rete” sul modello normato dalla Regione Basilicata al punto 4 comma “e” del decreto di riordino della rete dei laboratori di analisi.
Questo comporterebbe la possibilità per gli attuali “punti di accesso” di mantenere “dignità giuridica” attraverso il mantenimento della titolarità del rapporto di accreditamento e della autorizzazione sanitaria e la riacquisizione della possibilità di operare anche la fase analitica.
In realtà, in tal modo ritornerebbe in possesso delle Strutture il rapporto con il SSN ed il governo del proprio destino.
La Dott.ssa Valli ha informato anche che verrà attuata una revisione del CRQ e delle VEQ finalizzata ad uno snellimento procedurale e ad uno sgravio dell’onere finanziario a carico delle Strutture.

IL CITDS ASSOCIANDOSI PIENAMENTE ALLE RAGIONI ED ALLE RICHIESTE DEL SINDACATO BRANCHE A VISITA, PUBBLICA LA MAIL INVIATA ALL’ASSESSORE

“…. credo e non mi rassegno al fatto che la politica debba diventare solo prepotenza». Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Un caso emblematico:

Il Segretario Nazionale SBV Salvo Gibiino da due anni è stato fatto oggetto a livello personale, da parte di “sollecitazioni regionali”, di diverse verifiche e sopraluoghi presso il proprio studio, tutte con esito negativo e quindi ingistificabili i reiterati ed inutili ricontrolli. Guarda caso, non vogliamo crederci, tali controlli e supercontrolli si sono sempre accentuati in concomitanza dell’inasprimento dell’attività sindacale svolta sia dal Segretario Gibiino che dai propri associati ed intensificati in concomitanza a dissidi con funzionari di codesto assessorato, Buffa situazione, dissidi sfociati in querele da entrambe le parti (si allega l’ultima querela archiviata dal Giudice penale per insussistenza dei fatti e con pesanti considerazioni sul funzionario in questione).

Tali ingiustificate “attenzioni” o forse da qualcuno, ma non da noi, definite “persecuzioni” si sono verificate anche nei confronti dei cardiologi siciliani (il Segretario Gibiino è cardiologo) medici colpevoli di essere cardiologi ed associati al Sindacato SBV di cui è Segretario Nazionale il Dr. Gibiino. I cardiologi siciliani, solo quelli associati al Sindacato, sono stati vessati all’inverosimile e si sono addirittura dovuti difendere nelle sedi opportune ove, per ben tre giudizi su tre sono risultati vincitori. Il promotore di questi ricorsi ha, sinora, causato un danno erariale di circa 10.000 euro, condanna inflitta all’Assesorato per rimborso delle spese legali all’SBV. Chiediamo alla Corte dei Conti di intervenire.

Ciò nonostante ancora si indaga. L’Assessorato, usiamo un termine generico, ha chiesto al Segretario Gibiino di produrre documentazione degli ultimi 7 anni, più di 1.200 atti, relativi alla gestione del proprio studio, dimenticandosi però che, ogni anno,l’Area 4 del Sig. Buffa dichiara in bilancio che i flussi M sono congrui e la modulistica STS è congrua !!!!!!!!!!! Flussi ovviamente inviati anche dal Segretario Gibiino e validati dal MEF (Ministero Economia e Finanza).

Ebbene anche l’altro ieri il Segretario Gibiino riceve una PEC per sospensiva del proprio accreditamento con una singolare motivazione “discordanza dei flussi” motivazione non prevista nei requisiti dell’accreditamento Circolare 17/2014 (si allega la sospensione).

Questi atti intimidatori non possono essere piu’ accettati, il Segretario Gibiino è stato costretto a rivolgesi alla Procura Penale, ecco il MIRACOLO, in meno di tre giorni, l’Assessorato ha fatto marcia indietro mandando altra PEC con conferma che è tutto regolare (allegata).

EFFICIENZA O INEFFICIENZA O …………

CHIEDIAMO AL SIG. ASSESSORE LA RIMOZIONE IMMEDIATA DI QUESTO INCOMPETENTE PERSONAGGI

Mail inviata al Sig. Assessore:

Gentile Sig. Assessore,

confermando l’impossibilità a poter colloquiare con Lei, confermando i gravissimi atti commessi da suoi dirigenti, Le invio il Comunicato stampa allegato con preghiera di prendere i giusti provvedimenti al fine di porre fine a questi atti persecutori.

Distinti saluti

Dr. Salvatore Gibiino​

CONVOCATO IL TAVOLO TECNICO ASSESSORILE SUI RECUPERI TARIFFARI

CONVOCAZIONE MANAGER RESTITUZIONE SOMME

ONORANDO L’IMPEGNO PRESO IN SEDE DI VI COMMISIONE LEGISLATIVA, CON LA COMMISSIONE STESSA E CON CITDS, FEDERBIOLOGI E LAISAN, L’ASSESSORE CONVOCA I MANAGER DELLE AA.SS.PP. PER AFFRONTARE IL TEMA DEI RECUPERI TARIFFARI PER IL GIORNO 13 MARZO 2017 ALLE ORE 10.30.
PERTANTO, IN ATTESA DEGLI SVILUPPI IMMEDIATI DEI LAVORI DELLA COMMISSIONE, SI COMUNICA AI COLLEGHI CHE LA PREVENTIVATA “SOSPENSIONE DEL SERVIZIO” E’ RINVIATA ORIENTATIVAMENTE DI UNA SETTIMANA E, NEL CASO DAL TAVOLO TECNICO NON DOVESSE ESITARE UN ATTO NEL SENSO RICHIESTO IN COMMISSIONE SANITA’, SI PROCEDERA’ SENZA ULTERIORI DILAZIONI

IN ALLEGATO IL TESTO DELLA CONVOCAZIONE DEI MANAGER