-

INVIATA DAL CIMEST DIFFIDA AL PRESIDENTE DELLA REGIONE A RIMUOVERE LA INCOMPATIBILITA’ IN CAPO ALL’ING. MARIO LA ROCCA, DIRIGENTE GENERALE DELL’ASSESSORATO ALLA SALUTE.

Spett. Signor Presidente della Regione
ed Assessore alla Salute “ad interim”
On. Avv. Sebastiano Musumeci

e.p.c.
spett. VI Commissione Sanità e Servizi Sociali
nella persona della Sig.re Presidente
On.Dott.ssa Margherita La Rocca Ruvolo

Oggetto: Decreto Presidente della Regione n° 588 de 28 agosto 2018
In merito al decreto in oggetto richiamato, lo scrivente Coordinamento Intersindacale della Medicina Specialistica di Territorio e le Organizzazioni ad esso afferenti, significano quanto segue.
Premesso che:
- Il decreto in oggetto accerta la incompatibilità, per eventuale conflitto di interessi dell’Ing. Mario La Rocca , Dirigente del Dipartimento Pianificazione Strategica dell’Assessorato della Salute, rispetto ad alcune attività ed atti conseguenti di competenza della Direzione Regionale dallo stesso diretta;
- Non viene specificato di quali atti e di quali attività si tratti;
- Per rimuovere tali incompatibilità viene nominata, limitatamente agli atti in questione, la Dott.ssa Maria Letizia Di Liberti, Dirigente del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico, quale sostituta dell’Ing. Mario La Rocca;
- Successivamente la Dott.ssa Maria Letizia Di Liberti viene sospesa dall’incarico di Dirigente del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico;
- L’ing. Mario La Rocca ad oggi dirige il Dipartimento Pianificazione Strategica dell’Assessorato della Salute, in assenza di un sostituto per le parti di incompatibilità accertate anche dal decreto in oggetto;
- L’Ing. Mario La Rocca è anche stato nominato Dirigente del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico, in sostituzione della la Dott.ssa Maria Letizia Di Liberti, oggi sospesa.
Considerato che:
- Non viene specificato dal decreto quali siano gli atti e le attività oggetto della incompatibilità per eventuale conflitto di interessi;
- Che, nella situazione attuale, in assenza di sostituto, l’Ing. Mario La Rocca non sia in condizione di operare nella pienezza delle prerogative connesse al ruolo di Dirigente del Dipartimento Pianificazione Strategica dell’Assessorato della Salute;
- Che inoltre, l’Ing. Mario La Rocca, è anche stato nominato Dirigente del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico e che non è accertato che pari incompatibilità esistenti sul piano della programmazione strategica e finanziaria, esistano o meno anche sul piano sanitario e degli atti connessi a tale Dipartimento.
Ritenuto che quanto sopra possa portare alla paralisi di parte della attività delle due Direzioni e che, quantomeno per la Direzione Dipartimento Pianificazione Strategica dell’Assessorato della Salute, non risulta ad oggi esservi alcun atto di sostituzione dell’ Ing. Mario La Rocca, con altro soggetto non incompatibile e pertanto siamo ripristinati i motivi di incompatibilità o di impossibilità ad operare,
Si diffida la S.V. in indirizzo ad operare tempestivamente per:
- La nomina del nuovo Dirigente del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico;
- La rimozione delle incompatibilità accertate dal decreto in oggetto, attraverso la rimozione dell’Ing. Mario La Rocca, o in alternativa la nomina di un soggetto idoneo alla sua sostituzione nelle materie, nelle attività e negli atti oggetto di incompatibilità dello stesso.
Alfine di piena chiarezza e trasparenza, si chiede di conoscere i motivi di incompatibilità “per potenziale conflitto di interessi”, che hanno portato alla adozione del Decreto n° 588 del 28 agosto 2018.
Ritenendo altresì che permanga la urgenza di un incontro, più volte richiesto e mai ottenuto (ultima richiesta tramite PEC accettata in data 8 aprile 2021), tra lo scrivente Coordinamento e l’Assessore, si reitera tale richiesta anche alla luce delle situazioni sopra esposte, che quali potrebbero provocare guasti proprio alla gestione della Medicina Specialistica di Territorio, in un momento di indispensabilità per i Cittadini e per i Pazienti Siciliani,
si chiede alla S.V.
un incontro urgente per affrontare le gravi problematiche esistenti anche in relazione alle modalità adottate nell’affrontare la emergenza pandemica.

Palermo 19 aprile 2021

Distinti saluti
Salvatore Piscitello AIPA Associazione Italiana Poliambulatori Accreditati
Salvatore Calvaruso ARDISS-FKT Associazione Regionale Delle Imprese Sanitarie Siciliane/FKT
Domenico Marasà CITDS Confederazione Italiana per la Tutela dei Diritti in Sanità
Francesco Salerno CROAT Coordinamento Regionale Odontoiatria Ambulatoriale di Territorio
Salvatore Gibiino SBV Sindacato Branche a Visita
Francesco Romano SIOD Sindacato Italiano Odontoiatria Democratica

COMUNICATO STAMPA DEL COORDINAMENTO INTERSINDACALE DELLA MEDICINA SPECIALISTICA DI TERRITORIO

COMUNICATO STAMPA
PALERMO 31 MARZO 2021

La bufera che ha investito la Sanità siciliana, le cui conseguenze rischiano di abbattersi sui Cittadini e sui Pazienti desta un senso di sgomento e forti preoccupazioni.
Sgomento e preoccupazione, ma non sorpresa, stante che più volte nelle sedi Istituzionali ed alle più Alte Istituzioni, nel corso dell’ultimo anno, proprio questo Coordinamento e le Organizzazioni di Categoria che ne fanno parte, ha chiesto la rimozione dei vertici dell’apparato burocratico assessorile per manifesta incapacità ed incompatibilità.
Ora è necessaria la massima trasparenza delle Istituzioni Sanitarie!
Ci auguriamo che la Magistratura faccia rapidamente luce sui fatti, affinchè non restino ombre sulle politiche sanitarie regionali ed in particolare su quelle contro il CoviD .
Bisogna recuperare autorevolezza e credibilità all’interno dell’Assessorato per non cadere nel caos e per non esporre a rischi gravissimi i Cittadini ed i Pazienti, in primo luogo rimuovendo le incompatibilità e conflitti, che rischiano di paralizzare il sistema.
La Medicina Specialistica Ambulatoriale Accreditata di Territorio, come lo è sempre stata, rimane a disposizione del SSR, dei Cittadini e dei Pazienti siciliani con le proprie 1800 Strutture disseminate sul territorio e con i suoi 12.000 Operatori, a garantire diagnosi e cure laddove la pandemia ha pressocché azzerato l’apporto degli Ambulatori Pubblici delle ASP e di molti Ospedali e rimane sempre disponibile a dare una mano forte nella azione contro il Virus, anche mettendo a disposizione le proprie Strutture, dotate dei requisiti di legge e di primo soccorso urgente, i propri Operatori Medici, Biologi, Odontoiatri ed Amministrativi gratuitamente nella azione indispensabile di vaccinazione dei Cittadini ed in quanto altro possa essere utile a vincere la guerra contro la pandemia
Salvatore Piscitello AIPA Associazione Italiana Poliambulatori Accreditati
Salvatore Calvaruso ARDISS-FKT Associazione Regionale Delle Imprese Sanitarie Siciliane/FKT
Domenico Marasà CITDS Confederazione Italiana per la Tutela dei Diritti in Sanità
Francesco Salerno CROAT Coordinamento Regionale Odontoiatria Ambulatoriale di Territorio
Salvatore Gibiino SBV Sindacato Branche a Visita
Francesco Romano SIOD Sindacato Italiano Odontoiatria Democratica