-

COME PIOVEVA…………COSI’ PIANGEVA !!!!

CONTUNUA LA VIA CRUCIS PER L’ASSESSORATO !!! SI CI METTE ANCHE LA VEQ ORA !!!

CHE CI SIA QUALCOSA CHE NON VA’ NEL SISTEMA ?

VEDREMO !!!

DI SEGUITO IL PRONUNCIAMENTO DEL TAR CATANIA SUL PROVVEDIMENTO DI SOSPENSIONE DELLE STRUTTURE “ORDINATO” DAL CRQ.

N. 00363/2016 REG.PROV.CAU.

N. 00123/2016 REG.RIC.

logo

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia

sezione staccata di Catania (Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 123 del 2016, integrato da motivi aggiunti, proposto da:

Laboratorio Analisi Argo S.n.c. del Dott. Bonanno Santo & C., in persona del legale rappresentante p.t.; C.A.T.A. S.r.l., Laboratorio Analisi Cliniche Dott. Salvatore Reale, in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi di Esposito S.n.c., in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio S. Lucia del Dott. Giacinto Schiliro’ & C. S.n.c., in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Biologiche Aesculapius S.n.c., in persona del legale rappresentante p.t.; Centro Analisi Dr Fama’ Natale, in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Cliniche Dott. Pappalardo Salvatore & C. S.a.s., in persona del legale rappresentante p.t.; Bio-Nove S.n.c. – Laboratorio Analisi Biologiche del Dott. Giuseppe Novellini & C., in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Cliniche Dott. Spadaro Giuseppe & C. S.a.s., in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Europa di Maria Teresa Lentini & C. S.a.s., in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Cliniche Dott. Renato Calabrese & C. S.a.s., in persona del legale rappresentante p.t.; Salus S.a.s. Laboratorio Analisi Cliniche Dir. Dott. L. R. Illuminato, in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratori Analisi Etnei Riuniti Scandurra – Vasta – Capitanello S.C. A R.L., in persona del legale rappresentante p.t.; Analisi Cliniche del Dott. Sciacchitano Carlo Giacomo e del Dott. Sciacchitano Roberto Carlo Società Semplice, in persona del legale rappresentante p.t.; Analisi Cliniche Vasta della Dott.Ssa Valeria Vasta & Co S.a.s., in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Cliniche Dott. Antonuccio Natale & C. S.a.s., in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Biologiche Dott.Ssa Giuseppina La Face,in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Cliniche e Microbiologiche Dott.Ssa Giannetto Rosaria, in persona del legale rappresentante p.t.; Laboratorio Analisi Cliniche e Batteriologiche del Dr. Pennisi Francesco S.r.l., in persona del legale rappresentante p.t.; Abc Lab. Analisi Cliniche e Biolog. dei Dr. S. Bonaccorsi e G. Magorda S.n.c., in persona del legale rappresentante p.t., tutti rappresentati e difesi dagli avv.ti Castorina Emilio e Fazio Antonio, con domicilio eletto presso lo studio del primo in Catania, piazza Roma, 9;

contro

Assessorato della Salute della Regione Siciliana, in persona dell’Assessore legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso per legge dall’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Catania, ed ivi domiciliato in Via Vecchia Ognina, 149;
Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, non costituita in giudizio;

per l’annullamento

con il ricorso principale, previa sospensione dell’efficacia,

-dei Decreti del Dirigente Generale dell’Assessorato Regionale della Salute – Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico Area Interdipartimentale 5, del 28/12/2015 nn. 2372 – 2339 – 2375 – 2359 – 2363 – 2351 – 2374 – 2340 – 2350 – 2367 – 2370 – 2369 – 2341 – 2371 – 2342 – 2347 – 2355 – 2348 – 2346 – 2368 – 2344 – riguardanti la sospensione del rapporto di accreditamento istituzionale a laboratori analisi cliniche e batteriologiche;-ove occorra, dell’art. 5 del D.A. n° 463/2003;

- nonché di ogni altro atto connesso;

con il ricorso per motivi aggiunti depositato il 27/04/2016, previa sospensione dell’efficacia,

- delle note prot. nn. 24347 dell’11/03/2016 e 24354 dell’Assessorato Regionale della Salute della Regione Siciliana.

Visti il ricorso, i motivi aggiunti e i relativi allegati;

Visto l’atto di costituzione in giudizio dell’Assessorato della Salute della Regione Siciliana;

Vista la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l’art. 55 cod. proc. amm.;

Visti tutti gli atti della causa;

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 12 maggio 2016 il dott. Gustavo Giovanni Rosario Cumin e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

Considerato che:

- attualmente, per quanto rappresentato in udienza dal patrocinatore delle strutture sanitarie ricorrenti, queste ultime avrebbero correttamente ottemperato all’obbligo di partecipazione alle VEQ Regionali, così da far escludere in atto ogni pericolo di danno per la salute pubblica;

- alla luce dei limiti del potere di cognizione del giudice della fase cautelare, appare necessario che il definitivo accertamento in ordine alla sussistenza, all’epoca dei fatti, d’una violazione dell’obbligo di partecipazione alle VEQ Regionali da parte delle strutture sanitarie ricorrenti per gli anni 2012, 2013 e, per alcune strutture, anche per il 2014, avvenga nella più idonea sede di esame del merito della controversia;

- appare certo e notevole, per contro, il pregiudizio cui le strutture sanitarie ricorrenti rimarrebbero esposte ove non venissero interinalmente privati di efficacia i provvedimenti di sospensione dell’attività impugnati con il ricorso in epigrafe, nonché gli ulteriori atti adottati dall’Amministrazione regionale intimata e impugnati con ricorso per motivi aggiunti;

<strongP.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia sezione staccata di Catania (Sezione Quarta) accoglie la domanda cautelare proposta e per l’effetto sospende l’efficacia degli atti impugnati con il ricorso principale, e di quello ulteriormente adottato dall’Amministrazione intimata e impugnato con ricorso per motivi aggiunti.

Fissa, per la trattazione del merito della controversia, la seconda udienza pubblica del mese di gennaio 2017 come da calendario ancora da definire.

Spese compensate.
La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.
Così deciso in Catania nella camera di consiglio del giorno 12 maggio 2016 con l’intervento dei magistrati:
Giancarlo Pennetti, Presidente
Francesco Bruno, Consigliere
Gustavo Giovanni Rosario Cumin, Primo Referendario, Estensore

L’ESTENSORE

IL PRESIDENTE

DEPOSITATA IN SEGRETERIA

Il 13/05/2016

IL SEGRETARIO

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

Categoria: Sicilia

La tua email non sarà visibile. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*